La Storia

Come in ogni bella storia, in principio fu l’idea.
La scintilla, nel nostro caso, venne dal primo Responsabile di sezione, Lorenzo Giannecchini, un ragazzo appassionato di questa splendida disciplina sportiva che, nel settembre 2007, decise di fondare una squadra di Football Americano nella sua città, per diffonderne la cultura e i principi.

Fatto salvo per alcune realtà dell’hinterland, Pisa non aveva mai avuto prima una squadra di
football americano a rappresentarla e alla novità risposero subito parecchi ragazzi.
Fu così che nacque la collaborazione con la struttura del Centro Universitario Sportivo che
dette la propria disponibilità nell’ospitare il primo corso di Football Americano.
La prima dirigenza dovette subito affrontare le prime difficoltà logistiche tipiche di ogni sport.
Uno dei problemi iniziali fu la mancanza di allenatori, così su internet Lorenzo contattò i Red Jackets Sarzana, il quali lo informarono della presenza, a Livorno, di alcuni ex giocatori e allenatori degli Etruschi, squadra storica che vide il proprio apice agonistico negli anni ‘90 e che purtroppo chiuse i battenti nel 2001.
Gli ex Etruschi risposero alla chiamata di Lorenzo e la sera del 5 febbraio 2008 i primi
giocatori si riunirono per il primo allenamento ufficiale sui campi del Cus Pisa.
Nei mesi successivi il gruppo pose le basi per diventare una vera e propria squadra di Football Americano: l’arrivo di nuovi elementi fece sì che i ranghi si infoltissero, la preparazione fisica raggiunse livelli soddisfacenti, arrivarono le prime attrezzature da gioco, e gli allenamenti divennero un impegno costante.
Tutto questo, unito alla molta fatica e ai numerosi lividi, fece sì che i ragazzi cementassero il proprio impegno.

L’unica cosa che mancava a quella che era in poco tempo diventata una squadra era
il nome. Così i ragazzi si riunirono per una cena e dopo aver presentato alcune idee furono fatte le votazioni del caso. Le forti intemperie che caratterizzano l’area pisana nel periodo invernale, sotto le quali la squadra si allena, suggerirono il nome scelto dal team: “Storms” che significa appunto “Tempeste”.

Dopo 2 partite pre-campionato (la prima contro i Wolfpack La Spezia, la seconda contro i Drunken Irishmen di Massa), gli Storms sono stati accettati come affiliati
dalla FIDAF (Federazione Italiana Di American Football) e hanno disputato il loro primo campionato “CIF 9”.

Nella partita inaugurale gli Storms hanno affrontato sul proprio terreno di gioco i Cus Bologna Neptunes. Partita storica in quanto è stata la prima volta che due squadre di football americano, entrambe appartenenti a centri sportivi universitari, si sfidavano. Il primo campionato si è chiuso con due vittorie e quattro sconfitte, risultato insperato per gli Storms, vista l’esperienza delle squadre affrontate nelle sei gare.

Nell’agosto 2010 il responsabile, Lorenzo Giannecchini, ha lasciato le redini della squadra a un nuovo arrivo: Alessandro Toni. Sempre in questo periodo è avvenuto un avvicendamento di Coaching Staff e la nascita della squadra dei Bolts, l’under 18 degli Storms, che hanno partecipato al campionato Fidaf 2010 della propria categoria.
Conclusosi il rapporto con gli ex-Etruschi, la squadra è stata allenata da ex giocatori dei Rivers Pontedera – squadra in attività fino alla fine degli anni ’80 – sotto la supervisione dell’Head Coach Marco Fornero Monia (rimasto in carica fino al luglio 2011).

Nel marzo 2011 gli Storms sono scesi di nuovo in campo, sempre per il campionato CIF Arena Fidaf. Ancora sei sfide contro quattro squadre: Drunken Massa, Wolfpack La Spezia, Warriors Bologna e Knights Persiceto. I ragazzi hanno dato il massimo e la stagione si è conclusa con 3 vittorie e 3 sconfitte. Gli Storms, con questo risultato hanno migliorato il primato della prima stagione agonistica e si sono piazzati secondi a pari merito nel proprio girone, mancando per un soffio il sogno dei Play-Offs. Dopo la partita contro gli Warriors Bologna ha avuto luogo un piacevolissimo “terzo tempo”, durante il quale, entrambe le formazioni e le organizzazioni hanno trovato un ottimo affiatamento e spirito di collaborazione. Dopo questa esperienza i presidenti Alessandro Toni (Storms) e Maurizio Benassi (Warriors) hanno deciso di sancire un gemellaggio tra le due squadre.


Nel luglio 2011, di nuovo il passaggio di testimone tra dirigenze: Alessandro Toni, responsabile di sezione per tutta la seconda stagione, ha scelto di ricoprire il ruolo di vice responsabile, lasciando la guida della squadra nelle mani di Mario Federighi, anch’esso ex giocatore dei Rivers Pontedera.

Ed arriviamo al settembre 2011 dove un nuovo gruppo di allenatori e dirigenti ha dato vita ad una nuova stagione di incontri.

Iniziamo ad Ottobre 2011 dove gli Storms si sono cimentati nel campionato high school guidati da un coaching staff preso in prestito da giocatori della prima squadra, che si sono dedicati a far crescere le nuove speranze del football nostrano, Eros Braccini, Andrea Dioguardi e Francesco Martini hanno allenato il gruppo iscritto al campionato under 18. Impegnati in un girone che comprendeva le due compagini Romane dei Grizzlies, e Marines Lazio e la rinata squadra Umbra dei Grifoni Perugia. Il girone si è concluso con una sola vittoria contro i Grifoni ma i cuccioli degli Storms sono riusciti in alcune occasioni a farsi valere e a lasciare intendere per un futuro di ottimi risultati.

Ed inizia il freddo inverno del 2012 dove le Tempeste si susseguono fino alla primavera inoltrata. Il campionato cif9 ci ha visti impegnati in una lunga stagione che è andata oltre le più rosee aspettative. La squadra guidata dall’ head coach  Alessandro Pieraccioni coadiuvato da Giampaolo Gradi, Gianmarco Ciampi, Luca Giovacchini, per quanto riguarda l’attacco e da Daniele Cerrai a coordinare la difesa, ha raggiunto per la prima volta dalla sua nascita l’obbiettivo di approdare ai play off. Certo il campionato non era nato sotto i migliori auspici infatti dopo un avvio altalenante, vedi la prima sconfitta contro Wolfpack La Spezia, e Condor Grosseto, gli Storms sono riusciti ad avere ragione per due volte dei Predatori di Chiavari e della squadra di Spezia nella partita di ritorno, chiudendo la regular season con un 3 vittorie e 3 sconfitte il che ci è valso l’accesso ai play off. Non contenti dell’obbiettivo raggiunto i giocatori sono riusciti a vincere la prima partita che li vedeva confrontarsi con i Pirates Savona in un incontro conclusosi solo agli over time, “Anche qui è da ricordare il post partita che ha visto le due squadre misurarsi di nuovo tutti insieme davanti ad un bel piatto di pasta per sancire al meglio che il nostro sport vive di uno spirito diverso da molti altri”.  L’ultima nota di questa stagione, forse la più deludente, la si è avuta all’ epilogo quando, nell’ultima partita i nostri Storms sono andati incontro alla sconfitta contro gli Skorpions Varese, e  che ci ha visti uscire da un campionato che comunque ricorderemo come…. “il primo in cui gli Storms sono andati ai play off”.

Altra nota positiva di questo 2012 è la vittoria di quel torneo denominato TUSCANY BOWL, mini campionato giovanile propedeutico per i nuovi ragazzi  da poco avvicinatisi allo sport del football americano e che da alcuni anni si svolge tra le squadre dei Guelfi Firenze, Longhorn Grosseto, Seahawks Versilia e Storms Pisa, la manifestazione ha visto prevalere i giovani Storms nella finale svoltasi proprio sui nostri campi sancendo il successo in una stagione ricca di soddisfazioni………………